Home 9 Tai Chi Quan 9 Tai Chi Quan: la Guida Completa per iniziare

Tai Chi Quan: la Guida Completa per iniziare

da | 6 Gen 2021 | Tai Chi Quan

Il Tai Chi Chuan, scritto in varie modalità Taijiquan o ancora Tai Chi Quan è un’arte marziale cinese e uno straordinario metodo per il benessere generale e l’equilibrio di mente e corpo.

Viene definita una pratica interna, cioè una disciplina che ha come obiettivo ultimo quello di utilizzare in sinergia tutte le parti del corpo interne ed esterne per compiere i movimenti.

Oggi, sono in moltissimi ad avvicinarsi a questa disciplina attratti dai suoi enormi benefici sul piano fisico e mentale, tanto da essere definita in Oriente:

Il più Grande Elisir di Lunga Vita.

Ho scritto questa Guida Completa proprio per te che magari ti stai avvicinando da poco a questo mondo, vuoi saperne di più e scoprire che cos’è il Tai Chi, quali sono i benefici del Tai Chi, la storia della disciplina e come si svolge una lezione di Tai Chi.

Questo sito è interamente dedicato all’argomento, quindi sei nel posto giusto.

Che cos’è il Tai Chi?

Il termine Tai Chi viene citato per la prima volta dall’Yijing, il Libro dei mutamenti uno dei principali testi classici della cultura cinese risalente al X secolo, in cui si fa riferimento al Tai Chi come all’unione dei due elementi yin e yang. Letteralmente potremmo tradurre il termine con suprema polarità o culmine supremo.

Il Tai Chi Chuan è una disciplina cinese che ha origini molto antiche e che è caratterizzata da movimenti eleganti, sinuosi e flessibili, che consentono di sviluppare un’ottimale elasticità fisica e allo stesso tempo una maggiore concentrazione mentale.

Potremmo dire che grazie a questa duplice funzione si vanno ad unire i vantaggi di un’attività fisica ad una pratica meditativa, tanto che è comune trovare all’interno dei testi l’espressione di meditazione movimento.

Durante la pratica l’obiettivo è quello di ritornare alla calma e allo stesso tempo fare una centratura interiore del proprio stato al momento presente. In particolare, le aree che si vanno ad affrontare sono te:

  1. Lo studio dell’arte marziale interna, quindi il programma di esercizi volti ad avere una maggiore consapevolezza di sé al fine di creare una struttura fisica in cui tutte le parti del corpo si muovano in sinergia quando si compie un movimento;
  2. Gli esercizi per il benessere generale di corpo e mente e questi includono respirazioni specifiche, posizioni, ginnastica taoista, elementi di Qi Gong. Questo rappresenta uno dei principali motivi per cui molti si avvicinano alla pratica potendo vedere i benefici già dopo poche settimane (alla fine di questa guida riporto i link di tutti gli studi scientifici sul Tai Chi);
  3. La crescita personale e spirituale, quando stiamo bene con noi stessi e con il mondo diventa quasi naturale avere un’evoluzione personale, migliorando così la relazione con sé e con il mondo esterno.

Nella pratica questi tre aspetti vengono associati e affrontati in un percorso unico e completo a 360°, così come avviene all’interno dei corsi di Tai Chi che propongo sia in palestra che online.

Ho preparato una Lezione Gratuita di Tai Chi, guardala subito.

Benefici del Tai Chi

benefici tai chi

I benefici del Tai Chi sono sia di carattere fisico che mentale, in elenco i benefici che presentano le persone che frequentano i miei corsi e non solo, ho racchiuso le testimonianze di tutti coloro che si sono sottoposti a test scientifici nel mondo, come quello proposto dall’Universtà di Harvard che trovi nelle fonti.

Ogni persona si avvicina al Tai Chi per motivi differenti, ma tutte quelle con cui mi sono confrontato trovano un giovamento immediato già dopo 2 settimane di pratica.

Ecco i benefici del Tai Chi più comuni:

#1 Migliora la postura

Questo è uno dei benefici del Tai Chi più frequenti fra i praticanti, infatti proprio grazie ai movimenti tipici della disciplina il praticante avrà modo di compiere delle escursioni articolari equilibrate e allentare le rigidità del corpo accumulatasi nel quotidiano. Inoltre, la sensazione generale sarà quella di sentirsi più vitale ed energico.

#2 Forza muscolare

I movimenti lenti e continui danno modo a tutti i muscoli di cooperare e di rafforzarsi nel profondo, ottenendo con la pratica costante forza muscolare, flessibilità e maggiore equilibrio fisico prevenendo le cadute.

#3 Rinvigorisce l’equilibrio

Come scritto anche nello studio riportato sul Magazine della Harvard University, il Tai Chi con i suoi movimenti morbidi e continui porta il corpo ad avere una maggiore percezione di sè nello spazio e di conseguenza di equilibrio. Gli scienziati hanno infatti dimostrato che chi pratica Tai Chi ha una bassa probabilità di cadere incorrendo a spiacevoli infortuni.

#4 Scaccia via lo stress

Indagando tra i miei allievi tutti sono d’accordo nel dire che il Tai Chi Chuan contribuisce ad alleviare lo stress che nella vita di ogni giorno si accumula, che sia per lavoro o per altri fattori personali. Difatti noi occidentali siamo abituati a condurre uno stile di vita frenetico, motivo per cui è fondamentale prendersi del tempo da dedicare solo a sé stessi.

Il Tai Chi si presta perfettamente a questo, durante la pratica i movimenti ti consentiranno di prenderti il tuo tempo e di mantenere il focus solo su quello che stai facendo, così da scacciare via lo stress e i pensieri negativi.

#5 Rende più equilibrati

Questo è un beneficio scritto di mia iniziativa, basandomi sul cambiamento che ha portato il Tai Chi nella mia vita ed il motivo per cui lo pratico e lo insegno. Infatti, la pratica del Tai Chi nel tempo ti porta ad essere più equilibrato, a prendere le tue decisioni con maggore lucidità mentale e a vivere in armonia con le situazioni che ti si presentano nella vita, affrontandole con il giusto peso.

Storia e origini del Tai Chi

storia del tai chi

Ora vediamo insieme quali sono le origini e la storia del Taiji che come accade spesso per le discipline orientali si intreccia con la leggenda e le gesta di antichi saggi Maestri, quindi non sempre risulta semplice distinguere la realtà dalla leggenda.

Secondo la storia più nota fu un monaco taoista di nome Zhang San Feng a creare il Tai Chi intorno al 1324 d.C. Questo monaco aveva fatto molti viaggi di studio in Cina, era un esperto di medicina tradizionale cinese, agopuntura e Kung Fu, tanto che aveva studiato al Tempio Shaolin del nord. I racconti che abbiamo a disposizione ce lo descrivono come un personaggio di grande saggezza e con una qualità davvero unica: cercava di trovare tutte le risposte dall’osservazione della natura.

Fu proprio la natura ad aspirare i movimenti del Taiji, infatti secondo la leggenda un giorno mentre meditava sul Monte Wudang si ritrovò ad osservare la lotta tra un serpente e una gru, rimanendo affascinato dai principi di naturalezza e spontaneità che caratterizzavano i loro movimenti.

La gru si muoveva con eleganza e sinuosità attaccando il serpente, mentre il serpente si difendeva spostandosi abilmente con movimenti circolari e veloci.

Osservando la natura, il Maestro Zhang San Feng comprese che aveva più senso gestire la forza con movimenti morbidi e fluidi e con lucidità e quiete interiore, piuttosto che fare “forza contro forza”.

Le prime sequenze di movimenti che caratterizzano la pratica nacquero proprio così, rifacendosi a questi principi basati sulla natura e l’equilibrio delle cose.

Dopo Zhang San Feng furono molti i grandi Maestri che permisero la diffusione del Tai Chi e delle varie correnti di Tai Chi, tra i più famosi voglio ricordare Chen Wang Ting della famiglia Chen, Yang Luchan e Yang Chengfu della cosiddetta famiglia Yang, cioè lo stile che troverà poi maggiore diffusione in tutto il mondo.

Gli stili di Tai Chi

Probabilmente dopo aver letto che cos’è il Tai Chi e qualche cenno storico sulla sua nascita avrai intuito anche tu che gli stili di Tai Chi sono diversi e ognuno presenta delle sue peculiarità, vediamoli insieme brevemente qui.

Ecco gli stili di Tai Chi principali:

  • Tai Chi Yang: è lo stile di Tai Chi più diffuso e praticato al mondo, caratterizzato da movimenti lenti, continui e sinuosi. Si tratta di uno stile adatto a tutti ed è quello più indicato per avvicinarsi alla disciplina e che comporta i benefici sopra indicati, quindi è consigliato per riequilibrare la circolazione dell’energia vitale, per migliorare la postura, alleggerire lo stress e in generale ritrovare l’equilibrio psicofisico.
  • Tai Chi Chen: è lo stile che ha una connotazione più marziale e da cui discendono tutte le tipologie di Tai Chi nate in seguito. Il suo precursore fu il Maestro Chen Wangting. Questo stile ha l’obiettivo di portare il praticante a compiere una ricerca interna e a sviluppare la sua forza più profonda, obiettivi similari si trovano in altri stili come l’Yi Quan che io insegno sempre in combinazione al Tai Chi Quan.
  • Tai Chi Wu Hao: questo stile è stato codificato dal Maestro Wu Yuxiang che a sua volta studiò con il Maestro Yang Luchan, i movimenti sono più stretti così come le posizioni.
  • Tai Chi Wu: questo stile parte dallo stile Yang per poi sviluppare dei movimenti e una postura più particolare, leggermente inclinata per aumentare il radicamento del corpo.
  • Tai Chi Sun: è lo stile meno praticato, ma comunque rientra nella categoria degli stili di Tai Chi, fu reso noto dal Maestro Sun Lu Tang che fece confluire al suo interno i principi di altre arti marziali cinesi come lo Xing Yi e il Bagua Zhang.

 

Tai Chi Yang, lo stile per eccellenza

Lo stile Yang è lo stile per eccellenza del Taiji, tanto che spesso viene identificato con la disciplina stessa e viene tramandato dai membri della famiglia Yang, di generazione in generazione.

Si tratta dello stile più noto e diffuso al mondo che pur mantenendo la sua connotazione marziale, quindi con esercizi di attacco e difesa, si concentra maggiormente sugli aspetti più salutari per la persona. 

Grazie a questa sua connotazione salutistica lo stile Yang è adatto a persone di tutte le età e non necessita di particolari requisiti fisici, infatti essendo caratterizzato da movimenti fluidi e morbidi può essere praticato da chiunque.

La pratica del Tai Chi fornisce benefici che lavorano principalmente sul piano energetico, posturale (ottimo metodo per migliorare la postura della schiena) e muscolare, combinando l’efficacia marziale ad un metodo di buona salute.

La pratica del Tai Chi

Spesso, come Maestro di Tai Chi, una delle domande più frequenti che mi viene posta da chi non ha mai provato è:

Come si svolge una lezione di Tai Chi?

In questa parte della guida ti fornirò una risposta esaustiva di tutti gli elementi che fanno parte del mio programma di Tai Chi. Tutti coloro che partono da zero hanno la possibilità di partire dalle basi, studiando i cosiddetti Jibegong (fondamentali), dalle posizioni di base ai movimenti fino alle sequenze concatenate brevi.

In tanti anni di insegnamento ho codificato un Programma in cui poter apprendere il Taijiquan dalla A alla Z nella sua essenza più pura, suddiviso in aree per poter agevolare l’apprendimento e ottenere tutti i benefici connessi alla pratica.

Tutti gli esercizi contenuti nelle varie aree sono stati da me decodificati, così da finalmente essere comprensibili a tutti i praticanti di ogni ordine e grado.

Il Programma contiene le nozioni che ho appreso in Cina durante il mio lungo percorso di studi e oggi è già un riferimento per centinaia di persone all’interno dei miei corsi. 

Di seguito le 10 aree del Programma:

1.

Principi e teoria della disciplina

Quando ci si approccia alla disciplina per giovare appieno di tutti i suoi benefici è importante avere alcune nozioni di base teoriche, la provenienza e le origini, la storia e l’evoluzione degli stili, il significato del saluto.

Ecco perché all’interno delle mie lezioni inserisco sempre qualche nozione teorica, così che l’allievo possa dare un senso a ciò che fa e trarne vantaggio al 100%.

2.

Scioglimento articolare e armonizzazione muscolare

Dopo aver eseguito il saluto tradizionale del Tai Chi prima di passare ai movimenti della disciplina vengono eseguiti tutti insieme gli esercizi di scioglimento articolare e allungamento muscolare che coinvolgono tutto il corpo.

In questo modo il praticante attiva e distende l’intero sistema dei meridiani energetici e si addentra sia dal punto di vista fisico che mentale nel momento presente della pratica concentrandosi solo ed esclusivamente su sé stesso.

3.

Ginnastica taoista

La ginnastica taoista è composta da una serie di sequenze volte a coinvolgere tutto il corpo in modo omogeneo rifacendosi ad un principio di bilanciamento energetico tipico della filosofia taoista.

L’obiettivo di questi movimenti è quello di “connettere” ogni parte del corpo e avviare un ascolto attivo.

4.

Posizioni e passi

Nel contesto di un’arte marziale – qualunque siano le finalità marziali o terapeutiche – le posizioni ricoprono un ruolo fondamentale e sono considerate l’abc della pratica. In modo erroneo spesso (anche diversi insegnanti) confondono le posizioni con i movimenti creando confusione nella mente del praticante.

Le posizioni del Tai Chi sono statiche e coinvolgono principalmente gli arti inferiori, per citarne alcune delle più note:

  • Mabu, posizione del cavaliere
  • Gongbu, posizione dell’arciere
  • Shubu, posizione del passo vuoto

Eseguendo in modo corretto le posizioni imparerai a distribuire il peso in base all’occorrenza, a gestire l’equilibrio e quindi ad essere più radicato/a e a tonificare e potenziare molti dei muscoli che diversamente rimarrebbero poco utilizzati.

5.

Tecniche di respirazione del Qi Gong – Tuna

Fin dall’antichità, in Cina ma non solo, lo studio sulle tecniche di respirazione ha accompagnato gli studi dei Maestri che vedevano proprio in queste tecniche il segreto per la longevità.

Con la parola Qi si indica l’energia vitale, mentre il Qi Gong è la disciplina che lavora sull’energia attraverso la meditazione, la concentrazione e il respiro. Negli ultimi anni si stanno svolgendo vari studi sui benefici delle tecniche di respirazione con risultati stupefacenti, in particolare sul sistema cardiovascolare e sul sistema nervoso.

6.

Movimenti fondamentali tecnici

All’interno delle lezioni vengono svolti i movimenti tradizionali del Tai Chi, che sono peculiari a questa pratica. L’obiettivo è quello di sviluppare una buona coordinazione motoria e in seguito a comprendere come muoversi all’unisono nello spazio.

In questo modo sarà possibile entrare nello stato di armonia connettendo mente e corpo.

7.

Sequenze, studio delle forme

Le forme sono delle sequenze di movimenti e possono essere tradizionali o moderne, le prime sono giunte fino ai noi grazie ai Maestri del passato e hanno una connotazione un po’ più complessa e articolata; le seconde, sono state strutturate da team di insegnanti al fine di facilitare l’apprendimento degli studenti.

Entrambe le tipologie sono importanti e devono essere presenti all’interno di un programma, perché le forme tradizionali rappresentano il patrimonio culturale del Taijiquan e le moderne al contempo contribuiscono ad apprendere le nozioni di base e ad essere poi predisposti a studiare quelle più complesse.

8.

Esercizi in coppia

Gli esercizi in coppia previsti nel Tai Chi sono molteplici e vengono eseguiti in completa sicurezza, grazie a questi il praticante può esplorare tutte le sue potenzialità fisiche. Grazie a questi sviluppa la sua capacità di rispondere agli stimoli del partner secondo i principi di ying e yang, tra questi esercizi troviamo il Tui Shou di cui ti parlo di seguito che è un po’ l’essenza degli esercizi in coppia.

9.

Studio del Tui Shou

Il Tui Shou letteralmente spingere con le mani, è un esercizio tradizionale in coppia che mette in pratica i principi di espressione di movimento che si allenano in primis durante le sequenze.

L’esercizio consiste ad entrare in contatto con il compagno eseguendo una fase di assorbimento ed una di spinta, in questo modo è possibile imparare ad utilizzare la forza esterna a proprio vantaggio mantenendo allo stesso tempo il corpo attivo e rilassato.

Questo esercizio ti insegna a gestire le pressioni non con la “forza bruta”, ma sviluppando una forza “intelligente”, profonda, esattamente come l’acqua di un torrente non si blocca davanti ad un ostacolo, ma continua a fluire verso la sua direzione.

10.

Pratica dello Zhan Zhuang

Lo studio e la pratica dello Zhan Zhuang sono di enorme importanza, tanto che in cinese questa attività viene definita “il nutrimento della vita”. Esistono vari tipi di Zhan Zhuang, la prima posizione e direi più importante viene chiamata Hun Yuan Zhuang che serve a sviluppare la forza sferica e circolare.

La pratica dello Zhan Zhuang ti dà una prima connessione generale di tutto il corpo, il senso di sfericità e conferisce un rafforzamento profondo di tutta la struttura. Con questa pratica si sviluppa un forte senso di radicamento, potremmo paragonare il corpo radicato al suolo come un albero che affonda le proprie radici nel terreno, migliorando la propria stabilità fisica ed emotiva.

La mia linea testamentaria

La storia del Taiji è lunga e articolata, motivo per cui ho creato uno schema in cui puoi osservare tu stesso/a i numerosi Maestri di Tai Chi che si sono succeduti per arrivare ai giorni nostri.

Di seguito la mia linea testamentaria:

geneaologia tai chi marco gamuzza

Da 14 anni studio in Cina con uno dei massimi esponenti delle arti marziali interne e nel 2017 ho avuto il grande onore di divenire suo Discepolo Testamentario, che nel contesto dell’arte marziale è il massimo riconoscimento a cui un Maestro può ambire.

Tutto questo si traduce anche in una mission da parte mia, cioè quella di trasmettere a tutti coloro che lo vorranno il Tai Chi e gli stili interni con la massima genuinità e completezza.

Conclusione

In questa guida completa hai avuto l’opportunità di scoprire la disciplina del Tai Chi, che cos’è, quali sono le sue origini, i maestri che hanno contribuito alla sua diffusione, gli stili più importanti, i suoi principali benefici e infine l’unico programma in Italia che ti trasmette il Taijiquan dalla A alla Z in modo chiaro, comprensibile e organizzato.

Ti invito quindi a scaricare la Video Lezione Gratuita che ho creato per tutti coloro come te che magari vogliono avvicinarsi a questa straordinaria disciplina per la Lunga Vita.

Accedi alla lezione Gratuita di Tai Chi, inserisci nome e email qui sotto e la ricevi subito sulla tua casella di posta. 

Marco Gamuzza

Video Lezione Gratuita di Tai Chi

In fondo a questa pagina troverai un box in cui potrai scaricare in modo completamente gratuito una Lezione introduttiva al Tai Chi per chi parte da zero, davvero utile per chi vuole avvicinarsi a questa disciplina e vederne da subito i benefici.

Domande frequenti 

Come faccio a sapere se il Tai Chi fa per me?

Il Tai Chi è adatto a tutti coloro che stanno cercando una pratica per riscoprire sè stessi, le proprie potenzialità e intrapendere un percorso per stare bene fuori e dentro.

Quanto tempo ci vuole per imparare?

Ogni persona impiega un tempo diverso, ma possiamo dire che in linea di massima se la tua pratica è costante puoi acquisire tutti i movimenti fondamentali in un anno o meno. Nel Tai Chi ciò che conta non è “il numero di tecniche che impari” ma il percorso che compi.

Ci sono controindicazioni per la pratica?

Non ci sono controindicazioni nella pratica del Tai Chi, se hai dei problemi di salute consulta comunque il tuo medico prima di praticare.

Come posso avvicinarmi al Tai Chi? 

Puoi accedere alla Video Lezione Gratuita che ho preparato per te e ottenere da subito i primi benefici della pratica.

marco gamuzza

Autore: Marco Gamuzza

Divulgo il Tai Chi e le autentiche pratiche interne per il benessere del corpo e della mente attraverso corsi, guide e video affinché tutti possano giovarne.

Potrebbero interessarti anche:

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ritrova la Tua Energia, Guarda Gratis la Lezione di Tai Chi

Social Proof
error: Content is protected !!

Pin It on Pinterest